Desk Specialistici



Materials

Materials


Il Desk Materials è dedicato alle aziende che producono o trasformano, mediante processi chimici, chimico/fisici o meccanici, le materie prime in semilavorati o in prodotti finiti, ovvero le aziende fornitrici di servizi che operano in stretta  connessione a tali attività. Si rivolge inoltre alle aziende che si occupano del trattamento dei i rifiuti e del recupero di materie prime seconde.

Gli ambiti principali riguardano:
- l’industria chimica, nelle sue molteplici declinazioni dalla chimica di base alle specialità chimiche, dalla chimica inorganica, alla filiera petrolchimica, a quello delle materie plastiche, a quello dell’agrochimica;
- il settore cosmetico, dell’igiene della persona e del largo consumo;
- il settore farmaceutico e degli intermedi farmaceutici;
- il settore ambientale (riutilizzo e trasformazione dei rifiuti, eccetto quello a fini energetici, oggetto dello specifico desk energy);
- il settore della concia della pelle e del finissaggio dei tessuti;
- il settore della produzione e trasformazione dei metalli, incluse le trasformazioni superficiali (processi galvanici);
- la produzione di apparecchiature, le attività di sviluppo dei processi e le attività di consulenza tecnologico-industriale ed analitica a servizio dei settori sopra citati.


Il Desk Materials ha la capacità di offrire valutazioni tecnologico-industriali, sia specifiche, sia di ampio raggio, grazie ad una pluridecennale esperienza acquisita direttamente sul campo e ad un inquadramento di taglio ingegneristico e scientifico, maturate a stretto contatto con i settori industriali di riferimento.

Pertanto il desk è in grado di:
- fare da ponte relazionale e da traduttore concettuale, per il contesto economico-finanziario, delle istanze tecnologiche del comparto industriale, siano esse allo stato dell’arte o abbiano contenuti innovativi;
- implementare un’analisi prospettica, su basi industriali e in considerazione di previsioni di sviluppo commerciale, che consenta di completare le valutazioni di taglio economico-finanziario, a beneficio del giudizio di finanziabilità di progetti di investimento o a supporto dell’analisi del rischio della controparte;
- costituire un trait d’union tra la Banca e il Cliente, basato sulla capacità di lettura trasversale delle competenze operative e di mercato dell’interlocutore, che risulta essere un fattore di successo per facilitare un rapporto immediato e per individuare delle nuove linee di business.


Le attività includono:
- l’impiego di modelli valutativi del cliente di taglio quantitativo;
- la ricerca e l’approfondimento di opportunità che possano emergere da strumenti di finanziamento di derivazione istituzionale (strumenti nazionali ed europei);
- il sostegno a promozioni di iniziative di tipo commerciale, focalizzate su specifici comparti geografici e di mercato;
-  la collaborazione a iniziative che portino benefici strutturali alle singole aziende del comparto di riferimento o che permettano lo sviluppo di cluster di clienti (ad esempio, le reti d’impresa, il confirming ed altri strumenti analoghi che integrino, per i singoli attori, i benefici della eventuale situazione positiva dell’intera filiera commerciale/industriale);
- Il rafforzamento dei legami con le organizzazioni di settore, al fine di presidiare l’evoluzione dei settori di riferimento e creare iniziative comuni di promozione economico-industriale.